A PARIGI. CINQUECENTO METRI QUADRATI DI LIBRI

A PARIGI. CINQUECENTO METRI QUADRATI DI LIBRI

di Gianluca Campagna Libri alla riscossa, non solo in provincia. Anche nelle metropoli accade quello che non t’aspetti e che denota la passione per i libri, che non ha tempo e limiti. Al numero 25 di boulevard Poissonnière, a due passi dall’Opèra all’interno di un edificio dell’Ottocento che ha ospitato agli albori un negozio di seta, poi un cinema, poi ancora due discoteche, fino a uno store di abbigliamento, vi ritroverete catapultati in un santca sanctorum per chi ama libri. Eh, incredibile, nevvero? Uno spazio così grande oggi è occupato da scaffali e librerie. Una scommessa? O invece determinazione? Certo, è che i 500 mq di Ici oggi sono occupati dal 24 ottobre dall’entusiasmo, dalla voglia di cultura e dalla grinta di Delphine Bouètard e AnneLaure Vial, nel II arrondissement di Parigi. Certo, a Parigi dal 2000 le librerie sono diminuite di un terzo, ne restano 715 (quando in Italia in totale sono 811, dato del 2016). Le due donne lanciano la sfida ad Amazon, tentando la carta del contatto umano e del consiglio sentimentale su quali libri scegliere. In Francia il libro non è in crisi (il mercato ha registrato lo scorso anno una flessione dell’1% restando comunque su un fatturato complessivo comune di 4 miliardi, ma in crisi è il luogo libreria): questa è quindi la nuova scommessa della coppia di libraie, far tornare la gente in un altrove letterario fisico rappresentato dalla libreria.

I TRENI DELLA LETTURA

30 Ottobre 2018

UN NOIR FAMIGLIARE TRA VINO E MUSICA

30 Ottobre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *