Aldo Nove, Il professore di Viggiù

Aldo Nove, Il professore di Viggiù

Il professore di Viggiù

Bompiani, pag. 240, €.17,00

Arrivato da lontano, saggio, elegante, il Professore suscita rispetto e ammirazione in tutti. È una figura venerabile, un maestro, in un tempo che i maestri non li sa riconoscere. Di lui si sa poco, o forse tantissimo. Un giorno il Professore annuncia la sua scomparsa a tutti gli abitanti del paese, e quello che rimane di lui è un quaderno lasciato nelle mani del panettiere Matteo e da lui consegnato al narratore. Il taccuino contiene, in forma di dialogo semifilosofico, la summa della visione del mondo del Professore: di più, una vera e propria storia dell’universo fino ai nostri giorni, in cui non c’è da stupirsi se Angela Merkel finisce divorata da un coccodrillo e Donald Trump riconsegna gli Stati Uniti ai nativi americani. Un romanzo-saggio sull’oggi, divertito e sofferto, limpido e feroce.

L’autore

È una delle voci più consolidate, critiche e controcorrente della letteratura italiana contemporanea. È nato nel 1967 in provincia di Varese. Come poeta ha esordito nel 1987 e, come narratore, nel 1995. Ha scritto saggi su disparati argomenti e testi per il teatro. Il suo ultimo libro, edito da Treccani e illustrato da Mimmo Paladino, è I tarocchi (2018).

Maryam Madjidi, Io non sono un albero

5 Giugno 2018

Julia Ebner La rabbia

5 Giugno 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *