Biografia

Foto dell'autore

Ilaria Guidantoni

Giornalista, blogger e scrittrice, si occupa di temi legati alla cultura del Mediterraneo soprattutto della sponda sud e del mondo arabo: dialogo tra le religioni, movimenti femminili e femministi; rilettura della storia e dei linguaggi mediterranei. Fiorentina di nascita, vive e lavora tra Roma, Milano e Tunisi. E’ direttore della testata culturale on line Saltinaria.it.

Ha maturato un’esperienza di indagine e consulenza nello sviluppo del territorio in ambito di consulenza strategica, parlamentare e di giornalismo politico economico. Già consulente di aziende, istituzioni, aziende pubbliche e private, con una lunga collaborazione con Tecniche Nuove Editore, Il Sole 24 Ore e la direzione di alcune riviste.

Ha pubblicato il saggio Vite sicure. Viaggio tra strade e parole (Edizioni della Sera, marzo 2010); la raccolta di poesie e racconti Prima che sia Buio I giorni del gelsomino (P&I Edizioni, febbraio 2011); il romanzo verità Tuni- si, taxi di sola andata (NO REPLY Editore, marzo 2012) e Chiacchiere, datteri e thé. Tunisi, viaggio in una società che cambia (Albeggi Edizio- ni – REvolution, 14 gennaio 2013). Ha pubblicato il racconto “Chéhérazade non abita qui” nel libro collettivo uscito il 25 novembre 2014 contro la violenza sulle donne, Chiamarlo amore non si può (Casa Editrice Mammeonline).

Ha collaborato con il Dizionario Enciclopedico delle Migrazioni Italiane nel Mondo per le voci l’osmosi siciliana in Tunisia, l’emigrazione italiana interna nel Novecento e i lavoratori italiani nelle miniere nel mondo (SERItaliAteneo, 2014). A dicembre 2014 è uscito Marsiglia-Algeri Viaggio al chiaro di luna (Albeggi Edizioni) e a gennaio 2015 Il potere delle donne arabe (Mimesis, editore).

Ha partecipato in rappresentanza dell’Italia a Tunisi al I Forum internazionale sulle identità aghreb organizzato dalla Commissione europea nel 2013. Ha ricevuto il premio Diritti umani 2014 –XV edizione

Salento porta d’Oriente, omaggio a Nelson Mandela.