Davide Bomben, Sulla pista degli elefanti

Davide Bomben, Sulla pista degli elefanti

Davide Bomben

Sulla pista degli elefanti

Longanesi, Pag. 280, €. 16,90

Davide Bomben – ranger, istruttore antibracconaggio e attivista animalista – con il suo primo libro Sulla pista degli elefanti accompagna il lettore nel cuore della Savana, illustrandone i paesaggi sconfinati e i mille pericoli. Bomben si è innamorato dell’Africa giovanissimo, fin da quando a due anni il padre lo portò in Senegal. In Sulla pista degli elefanti racconta la sua lotta contro un business illegale tanto sconosciuto quanto inquietante, quello del bracconaggio, che ha fruttato negli ultimi 6 anni un guadagno tra i 10 e i 12 miliardi di dollari.

I dati di questo giro d’affari toccano cifre esorbitanti: oggi le zanne d’elefante sono pagate $5.000 al chilo e il corno di rinoceronte tocca quota $90.000, e anche il numero di ranger che perdono la vita nel contrastare questo traffico è altissimo, oltre 1000 vittime negli ultimi anni. Dopo aver lavorato nelle forze di sicurezza di una delle maggiori multinazionali del diamante, Bomben ha scelto di addestrare i ranger delle unità antibracconaggio che combattono la caccia di frodo.

Negli scenari unici dell’Africa, i suoi allievi imparano sia le abitudini degli animali sia le tecniche di combattimento e le tattiche belliche, addestrandosi ad affrontare quella che ormai è una vera e propria guerra contro milizie senza scrupoli che per profitto personale sono disposte a distruggere uno degli ultimi paradisi del pianeta.

L’autore

Davide Bomben è presidente dell’Associazione Italiana Esperti d’Africa. Ha scritto una guida sulla Namibia e un compendio di geologia per il FAI. Da oltre 10 anni collabora e lavora con la Wilderness Safaris come guida e ranger. Con loro ha conseguito il brevetto di Wilderness Guide in Namibia. È promotore e referente di numerosi progetti di salvaguardia della fauna africana a tutela di rinoceronti, leoni, elefanti e gorilla.

Julia Ebner La rabbia

5 Giugno 2018

LA VITA PRIVATA DI UN GIUSLAVORISTA

5 Giugno 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *