Giornata europea delle lingue- il croato

Giornata europea delle lingue- il croato

La scrittrice Tatjana Gromaca a Roma in occasione della Giornata europea delle lingue per la presentazione del suo romanzo  Creature di Dio (Oltre Edizioni 2016).

25 settembre 2018 ore 17.00
Creature di Dio  è un libro sulla follia e sulle conseguenze che il disfacimento di una società può avere sull’individuo. Allo stesso tempo è anche un libro sul relativismo della pazzia e una feroce, amara, ironica critica della realtà croata contemporanea. La guerra interetnica cha ha portato allo smembramento della Federazione jugoslava ha lasciato un’immonda scia di sangue che ha aperto la strada a tanta nuova retorica, a tanta ipocrisia e a delle nuove forme d’intolleranza.
Intervengono:

Tatjana Gromača è una delle giovani scrittrici croate più schiette e stilisticamente più originali. Laureata in filosofia e storia della letteratura, di professione fa la giornalista. Fino ad ora ha pubblicato, fra gli altri: C’è qualcosa che non va,  Il negroCorvi bianchi-Storie istriane.

I suoi libri sono stati tradotti in tedesco, boemo, polacco, sloveno, bulgaro, macedone, italiano. Ha ricevuto vari premi per le sue opere e il prestigioso riconoscimento Vladimir Nazor nel 2013.  Dal 2016 è libera professionista che collabora con diversi giornali tra cui il quotidiano di Fiume Novi List.

SvjetlanaLipanović è presidente dell’Associazione Italo-croata di Roma proviene da Dubrovnik. E’ capo redattrice del giornale bilingue Insieme/Zajedno che pubblica l’Associazione Italo-croata. Nell’ambito dell’AIC organizza vari eventi culturali per promuovere la lingua e la cultura croata ed anche italiana.

Diego Zandel è nato nel campo profughi di Servigliano da genitori fiumani. Ha esordito come poeta, pubblicando Primi giorni, a cui ha fatto seguito Ore ferme, si è però prevalentemente dedicato alla narrativa pubblicando Massacro per un presidenteUna storia istrianaCrociera di sangueOperazione VenereI confini dell’odioL’uomo di KosIl fratello greco, I testimoni muti, Essere Bob Lang Manuale sentimentale dell’isola di Kos. Con Giacomo Scotti ha scritto Invito alla lettura di Andrić. E’ consulente editoriale e collaboratore del quotidiano barese La gazzetta del mezzogiorno e dell’Osservatorio dei Balcani e del Caucaso.

 

UNA PUGLIA TUTTA DA SCOPRIRE

25 Settembre 2018

IL BOSNIACO FARUK SEHIĆ TRA GUERRA, MEMORIA E LETTERATURA

25 Settembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *