Roma. Come sopravvivere nella Capitale degli inganni

30.00


A cosa serve vivere nella città più bella del mondo se non ci si arricchisce umanamente, culturalmente e spiritualmente? Come non essere sopraffatti dai disservizi, dall’incuria, dalla maleducazione e dalla cialtroneria imperanti?

Questo libro è il primo di una serie e analizza il rapporto che la Roma contemporanea ha con il suo passato. In esso viene affrontato uno dei fenomeni che sono alla radice del degrado attuale: l’inganno. Per analizzarne le innumerevoli sfaccettature il tema dell’inganno è stato declinato in un glossario suddiviso in 30 capitoli raccontando aneddoti, vite di personaggi celebri di epoche diverse, cronache note e poco note, restituendo un’immagine della città da un punto di vista del tutto inedito.

Casa Editrice : La Lepre edizioni

Categoria:

Description

A cosa serve vivere nella città più bella del mondo se non ci si arricchisce umanamente, culturalmente e spiritualmente? Come non essere sopraffatti dai disservizi, dall’incuria, dalla maleducazione e dalla cialtroneria imperanti?

Questo libro è il primo di una serie e analizza il rapporto che la Roma contemporanea ha con il suo passato. In esso viene affrontato uno dei fenomeni che sono alla radice del degrado attuale: l’inganno. Per analizzarne le innumerevoli sfaccettature il tema dell’inganno è stato declinato in un glossario suddiviso in 30 capitoli raccontando aneddoti, vite di personaggi celebri di epoche diverse, cronache note e poco note, restituendo un’immagine della città da un punto di vista del tutto inedito.

Nel suo essere un “manuale di sopravvivenza per Roma” è in realtà una provocazione rivolta ai suoi abitanti e allo stesso tempo una denuncia verso quelli che non fanno nulla per cambiare lo stato in cui verte la città o che sfruttano la situazione di degrado generale a proprio vantaggio peggiorandone ulteriormente la già precaria condizione.

Questo libro si avvale della collaborazione di quasi 100 creativi che hanno dato la loro testimonianza attraverso lavori artistici o professionali. Le opere costituiscono il loro contributo costruttivo rispetto ad un testo fortemente critico verso Roma.

La città, intellettualmente indebolita da un’autentica fuga delle persone di valore, rifiutate da un sistema incapace di trarre beneficio dal loro contributo, ha anche perduto molti dei contesti aggravativi e di confronto, liberi da vincoli istituzionali, come ne esistevano nel passato, incapaci ormai di autosostenersi.

Per la realizzazione materiale del libro i partecipanti hanno dato un contributo economico pre acquistando tre copie della pubblicazione per ciascuno.