Cosmogonie & Cosmologie

28.00


Un libro pieno di bellissime illustrazioni a colori, che offre un’ampia rassegna di come le diverse civiltà hanno immaginato le origini del nostro Universo. Uno splendido arazzo, che attinge alla mitologia, all’antropologia, alla filosofia, alle fiabe e alla storia delle religioni, non trascurando ma anzi dando ampio spazio alle moderne teorie della fisica sull’origine del Cosmo. L’autore, astrofisico, si chiede se la visione scientifica del cosmo abbia qualcosa in comune con i miti del passato, fin dai primi graffiti sulle pareti delle caverne. Particolare cura viene dedicata al significato di molte parole, che troppo spesso vengono utilizzate in modo scorretto nel linguaggio comune. Parlare male spesso significa pensare ancora peggio.

Casa Editrice : La Lepre edizioni

10 disponibili

Categoria:

Description

Un libro pieno di bellissime illustrazioni a colori, che offre un’ampia rassegna di come le diverse civiltà hanno immaginato le origini del nostro Universo. Uno splendido arazzo, che attinge alla mitologia, all’antropologia, alla filosofia, alle fiabe e alla storia delle religioni, non trascurando ma anzi dando ampio spazio alle moderne teorie della fisica sull’origine del Cosmo. L’autore, astrofisico, si chiede se la visione scientifica del cosmo abbia qualcosa in comune con i miti del passato, fin dai primi graffiti sulle pareti delle caverne. Particolare cura viene dedicata al significato di molte parole, che troppo spesso vengono utilizzate in modo scorretto nel linguaggio comune. Parlare male spesso significa pensare ancora peggio.


NOTA AUTORE “PIETRO OLIVA”
(Roma 1977), Astrofisico, appassionato di simbolismo e storia delle religioni, si è specializzato ad Heidelberg presso il Max-Planck-Institut für Kern- physik e presso la Bergische Universität Wuppertal. Dal 2012 lavora come Ricercatore Associato e Professore Aggregato di Fisica Generale II con l’Univeristà Niccolò Cusano di Roma. Dal 2016 collabora inoltre con l’Università RomaTre di Roma presso la sezione di Nanoscienze e nanotecnologie del Dipartimento di Scienze nel gruppo di Fisica, in stretta collaborazione con il Prokhorov general physics institute dell’Accademia delle Scienze Russa di Mosca.